.

.

sabato 22 luglio 2017

Alassio - La pericolosa autoreferenzialità dei potenti al comando della città. Qui sotto la delibera di Giunta guidata dal Sindaco Enzo Canepa e dalla cugina vice-Sindaco Monica Zioni a cui hanno ovviamente partecipato tutti gli assessori, quali Simone Rossi e Piero Rocca, eccezion fatta per Angelo Vinai assente giustificato, che hanno deliberato una spesa di ben 4.270,00 euro per promuovere la nuova rìvista " Alassio Magazine ", salvo poi apparire all'interno del 1° numero della stessa in maniera " autocelebrativa " sia Canepa, Zioni che Rossi. Una vergognosa " marchetta " politico-elettorale in vista delle Elezioni comunali del prossimo anno, a spese delle casse comunali, quindi pagata con denaro dei cittadini. Certamente, non v'è dubbio, che personaggi assai noti del mondo dello spettacolo, come Gerry Scotti, Antonio Ricci e Vittorio Brumotti avranno prestato la loro immagine gratuitamente per l'amore, l'affetto che nutrono verso la città di Alassio, quindi, come dire, dei " volontari ", mentre i nostri politici nostrani, nel peggior stile da prima repubblica e seguenti, non hanno esitato un attimo a balzare sul " cavallo " pubblicitario, che una tale brillante, meritoria e apprezzabile iniziativa editoriale può rappresentare in termini di " ritorno di immagine ". Una boccata d'ossigeno per una compagine amministrativa ai minimi della popolarità ed anche abbastanza in affanno... alla disperata ricerca delle " luci della ribalta ". Bello sarebbe stato se il Comune avesse dato il patrocinio " morale " e il Sindaco avesse portato il suo benvenuto a questa pregevole iniziativa, ma la compostezza non fa parte dello stile in politica ad Alassio...

 

Da http://93.57.29.130/web/portale/storico-atti/-/papca/display/25472?p_auth=Kdb9wfzU












Immagini tratte da " Alassio Magazine "

Nessun commento:

Posta un commento